L’agricoltura sia al centro del rilancio economico. Le richieste della Cia agli Stati Generali

CIA - Lombardia > CIA Lombardia > L’agricoltura sia al centro del rilancio economico. Le richieste della Cia agli Stati Generali

L’emergenza Covid-19 ha mostrato con tutta evidenza come il settore agricolo non sia residuale nel contesto socio-economico italiano, ma rappresenti il motore dello sviluppo e della crescita del Paese. Ha garantito l’approvvigionamento di beni alimentari durante il lockdown; ora, rientri, quindi a pieno titolo nel piano di rilancio economico dell’Italia. Così il presidente nazionale di Cia-Agricoltori Italiani, Dino Scanavino ricevuto dal premier Conte nell’incontro agli Stati generali di Villa Pamphili.

“Sono due le strade principali da percorrere in parallelo -è intervenuto all’incontro, il presidente nazionale di Cia, Dino Scanavino-.

Quella europea che deve vedere l’Italia ben posizionata nel contesto delle politiche comunitarie, definite dal Green New Deal e con le strategie Farm to Fork, Biodiversity e Next Generation Eu”.

“L’altra strada -ha poi aggiunto Scanavino- è quella tutta italiana di creare le condizioni favorevoli allo sviluppo e al rafforzamento dei sistemi produttivi territoriali. Il concetto di filiera non può, infatti, esaurire in sé il modello produttivo agricolo italiano, perché l’agricoltura del nostro Paese si compone di tante agricolture, molto diverse per dimensioni economiche e di superficie, per strategie commerciali e forme di conduzione aziendale. Ed è proprio il segmento delle piccole e medie imprese che rappresenta la parte più dinamica del nostro Paese e sul quale puntare con investimenti adeguati”.

“’Il Paese che Vogliamo’ -ha precisato Scanavino, citando il progetto di Cia sulle aree interne- vuole un cambio di rotta, con una strategia di sistema condivisa tra tutte le forze e risorse socio-economiche, espressione dei territori italiani. L’agricoltura può fare da perno dello sviluppo integrato di altri settori economici e produttivi in un’ottica di sistemi interconnessi, in grado di costruire percorsi di efficientamento produttivo sostenibile”.

“Cia-Agricoltori Italiani -ha concluso il suo presidente nazionale, Dino Scanavino- si candida a esserne il promotore attivo nei territori, tra Enti e Istituti locali, imprese, società e mondo della ricerca”.

Tutti i dettagli al link:

https://www.cia.it/news/notizie/stati-generali-cia-agricoltura-sia-al-centro-del-rilancio-economico/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.