TRASPORTI ECCEZIONALI AGRICOLI: PROVE (FARLOCCHE) DI SEMPLIFICAZIONE IN LOMBARDIA

CIA - Lombardia > Dal territorio > CIA Alta Lombardia > TRASPORTI ECCEZIONALI AGRICOLI: PROVE (FARLOCCHE) DI SEMPLIFICAZIONE IN LOMBARDIA

Regione Lombardia, nell’ambito della legge semplificazione 2019, ha approvato all’art. 47 una modifica al regolamento per il rilascio delle autorizzazioni alla circolazione su strada di macchine agricole eccezionali.

Tale norma sancisce che non è soggetta ad autorizzazione la circolazione sulle strade individuate come percorribili dalle cartografie o elenchi di strade dei veicoli eccezionali (comprese, quindi, le macchine agricole) o trasporti in condizioni di eccezionalità, a condizione che non superino i limiti di massa di 14 tonnellate.

Sebbene alcuni dispacci di agenzia abbiano presentato in questi giorni questa modifica di legge come un’autorizzazione alla libera circolazione delle macchine agricole eccezionali, in realtà, accade che l’autorizzazione alla circolazione non sia necessaria solo per le strade individuate come percorribili nelle cartografie che i Comuni devono pubblicare secondo quanto previsto dalla stessa normativa Regionale.

Peccato, però, che l’aggiornamento di tale cartografia da parte della gran parte dei Comuni Lombardi sia ben lontana dall’essere completata e che il provvedimento regionale sia quindi destinato a rimanere (chissà per quanto) una pia intenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.