Le principali misure del Decreto ristori bis

CIA - Lombardia > CIA Lombardia > Le principali misure del Decreto ristori bis

Il decreto Ristori Bis (DL 149/2020) contiene ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese e giustizia, connesse all’emergenza epidemiologica da covid-19.

Alcune di esse impattano sull’agricoltura.

Si tratta in particolare di:

–      Contributo a fondo perduto da destinare agli operatori IVA dei settori economici interessati dalle nuove misure restrittive del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 3 novembre 2020.

–      Credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda per le imprese interessate dalle nuove misure restrittive del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 novembre 2020.

–      Cancellazione della seconda rata IMU.

–      Estensione proroga del termine di versamento del secondo acconto per i soggetti che applicano gli indici sintetici di affidabilità fiscale.

–      Sospensione dei versamenti tributari (tra cui ritenute alla fonte e alle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale, versamenti relativi all’Iva).

–      Esonero contributivo a favore delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura

–      Misure in materia di integrazione salariale.

–      Congedo straordinario per i genitori in caso di sospensione della didattica in presenza delle scuole secondarie di primo e secondo grado.

–      Bonus baby-sitting

Cia-Agricoltori Italiani nazionale ha esaminato nel dettaglio il decreto ristori e le misure di interesse agricolo in esso contenute.

L’analisi è consultabile al link:

https://bit.ly/3lBQFgh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.