Coronavirus: Cia, bene ok a vendita piante e fiori, si acquisti italiano

CIA - Lombardia > CIA Lombardia > Coronavirus: Cia, bene ok a vendita piante e fiori, si acquisti italiano

L’autorizzazione alla vendita di fiori e piante è un primo passo, adesso tocca al Governo rafforzarlo con aiuti concreti ai florovivaisti, valorizzando il Made in Italy anche negli ipermercati e nei supermercati.
Esprime soddisfazione, ma non abbassa la guardia, Cia-Agricoltori Italiani dopo il chiarimento dell’Esecutivo sull’attività florovivaistica in questo momento di emergenza nazionale.
Premiato l’impegno della Cia, dunque, adesso occorre valorizzare il prodotto italiano e tocca al Governo rafforzare l’azione per il comparto.
Dopo le numerose sollecitazioni da parte di Cia-Agricoltori italiani, con la Faq pubblicata la scorsa settimana sul sito del Governo, viene consentita, finalmente, la riapertura dei punti vendita di fiori e piante, una boccata d’ossigeno per le 24mila aziende del settore, che con 2.5 miliardi di fatturato rappresentano il 5% della produzione agricola nazionale.
“Non abbiamo risolto tutti i problemi, ma questa prima risposta va nella giusta direzione della tutela dei produttori italiani di fiori e piante -ammette il Presidente di Cia-Agricoltori Italiani, Dino Scanavino-. Auspichiamo adesso un intervento ad hoc da parte del Governo per i produttori ed una reale valorizzazione di fiori e piante Made in Italy negli ipermercati e nei supermercati, dove ancora oggi è possibile notare in bella mostra prodotti provenienti da Olanda e altri paesi esteri”.
Cia-Agricoltori Italiani per rilanciare i consumi, ha lanciato #sceglipianteitaliane che si aggiunge alle campagne in corso #scegliitaliano e #noinonciarrendiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.